0Settimane0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

PERCHÉ TU VAI VELOCE COME IL VENTO…

Perché tu vai vai veloce come il vento…

Tutto è iniziato in una serata Milanese.. Tributo a Vasco…

Stranamente senza macchina Letizia, in compagnia dell’immenso amico Andre, sale con Gilberto che si dice assomigli ad un certo Sebastian Silva.. mah

Ma quando la musica è di Vasco tutto passa in secondo piano.. si canta, si balla, si ride, si canta, si balla, si ride, si canta, si canta.. E il tempo vola..

“Mi rendo conto che il tempo vola

E che la vita poi è una sola… E mi ricordo chi voleva

Al potere la fantasia…

Erano giorni di grandi sogni… sai

Eran vere anche le utopie..”

 

Nel viaggio di ritorno quattro allegre parole in più sono state scambiate..

Simpatico questo Silva.. che forte Letizia..

Arriva Natale, e durante una cena fra amici.. Silva passa a salutare.. sempre simpatico e solare Gilberto!

 

“Le stelle stanno in cielo
E I Sogni non lo so
So solo che son pochi
Quelli che s’avverano”

Le settimane passano, inverno molto freddo… con la compagna di avventure Azzurra, Letizia organizza un viaggio al caldo… il viaggio scaccia pensieri… ristoratore di pace, ma il pensiero resta qui, cercando questo Gilberto che si fa largo e spazio tra la mente e il cuore… diventa anche un appuntamento fisso l’aperitivo al Buena… chissà se viene il ragazzo con l’Ibiza nera… e chissà se questa ragazza dai capelli neri così voluminosi ci sarà…. allegra, vivace, ha occhi sorridenti carattere bello tosto, dentro le arde il fuoco della vita…